Un inglesismo in economia

Un inglesismo in economia

Chi non si è mai ritrovato nella situazione di valutare un vecchio anello di famiglia o di stabilire il valore immobiliare di un appartamento? Grossomodo, con questa piccola domanda, possiamo dare l'idea iniziale di cosa, molti economi, sono costretti ad affrontare nel mercato latente dell'economia. Valore corrente, equo, di mercato: sono queste le espressioni italiane con cui ci riferiamo al fair value, che trova le sue fondamenta nei principi contabili internazionali. L'IFRS 13 considera esso come il prezzo che si acquisirebbe per la vendita di una qualsia impresa/attività o che si pagherebbe per il passaggio di una passività. In campo finanziario ha un ruolo determinante, perché rappresenta il valore teorico di un titolo che viene costantemente confrontato con la quotazione di mercato assegnatagli, il tutto per determinare se è presente una sovrastima o sottostima del valore effettivo.

Come e quando si calcola

Il tempismo è una caratteristica di pochi, ma in ambito finanziario e azionario, bisogna avere uno occhio di riguardo per certi temi, ed il fair value è uno di questi. Il valore preso in questione, infatti , a causa della sua importanza, viene individuato nel momento in un cui si accede ad un bene o ad un debito, o per cause esterne subisce una rivalutazione nel caso di entrate o uscite determinanti. Oltre che il momento più adatto, non si può escludere che anche un metodo sicuro sia incisivo per il nostro valore, il quale, attraverso tre diversi metodi, può essere calcolato. Esiste il Market approach, il quale si indirizza verso il mercato corrente, tenendo conto degli indicatori di base dei primi livelli nella valutazione della cifra ma, gerarchicamente, esistono anche il Cost approach e l'income approach, che adottano metodi di valutazione sui livelli successivi ai primi.

Cost approach: il costo come base

Tutte le tipologie sono interessanti, ma il metodo del costo si caratterizza, perché, per la valutazione del valore corrente tiene in considerazione i costi di produzione e il metodo della sostituzione, assai interconnesse tra loro. Per quanto riguarda la tipologia dei costi di produzione, il fair value comprende tutti i costi indispensabili per visualizzare il valore uno ad uno, parallelamente il metodo della sostituzione tiene in considerazione anche i costi che si verrebbero a presentare nella generazione del valore del bene. In conclusione, questo valore, nella sua complessità, ha un grande ruolo nello scenario economico, il quale potrebbe dirsi incompleto senza di esso.

Articolo creato 159

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi